Mascarello Giuseppe e Figlio

Strada del Grosso 1
12060 Castiglione Falletto (Cuneo)
Tel. +39 0173.792126 Fax +39 0173.792124
mauromascarello@mascarello1881.com
www.mascarello1881.com

Tratto da “The Vine” N° 196 del Maggio 2001 di Clive Coates M.W.
GIUSEPPE MASCARELLO & FIGLIO , MONCHIERO

Questo è uno dei miei produttori preferiti di Barolo, e Mauro Mascarello è una delle mie persone preferite. Ad una degustazione al buio circa 15 anni fa’, ho dato al suo Barolo Monprivato 1978 20 su 20 ed ho sempre considerato questo vigneto, insieme forse al Carequio di La Morra, il premier grand cru della denominazione. Metodi tradizionali. Vini eccezionali.

Barolo, Santo Stefano di Perno, 1998
Ancora un po’ austero al naso. Ma maturo, di medio corpo e con ottima ampiezza al palato. Senza spigoli. Ottimi piccoli frutti rossi. Buono veramente. Evolverà abbastanza presto. Dal 2003.

Barolo, Villero, 1998
Più pieno, più pastoso e ricco del precedente. Più completo. Più profondo. Ottima frutta molta equilibrata. Persistente, discreto e multi-dimensionale. Essenzialmente un vino dall’animo morbido ma molto intenso. Delizioso. Dal 2003/2004.

Barolo, Bricco, 1998
Leggermente più colore. Solo un po’ più pastoso ed abbastanza più ricco del Villero. Mediamente corposo. Molto armonico. Cacao e caffè. Splendida acidità. Molto piacevole. Molto, molto persistente. Dal 2004.

Barolo, Monprivato, 1998
Leggermente più austero al naso. Frutta concentrata veramente in modo splendido, multi-dimensionale. Elevata concentrazione al palato. Grande pienezza. Carattere stupendo. Completo. Seducente. Veramente molto complesso. Un grande vino come potenzialità. Davvero meraviglioso. Dal 2005.

Barolo, Santo Stefano di Perno, 1997
Come per il 1998, i sapori sono molto più di cuoio, meno pastoso rispetto agli altri vini. Le viti però non sono assolutamente giovani. La frutta si sente al palato, ma è un po’ semplice, un po’ dispersa. Di nuovo evolverà presto. Dal 2003.

Barolo, Villero, 1997
Abbastanza diverso dal Santo Stefano. Ricco ed ampio e molto seducente al naso. Fresco. Buona consistenza ed ampiezza. Pieno. Complesso, persistente e raffinato. Frutta delicata molto piacevole. Ciononostante molto strutturato, specialmente per un 1997. Elegante. Dal 2003.

Barolo, Bricco, 1997
Eccellente colore. Ancora più ricco e più ampio del Villero. Questo è ancora giovane – nessuno di questi 1997 è ancora in bottiglia. Frutta equilibrata, vigoroso, abbastanza corposo, molto complesso. Nel complesso semplicemente una marcia in più. Più che raffinato. Dal 2004.

Barolo, Monprivato, 1997
Bel colore. Sentore molto piacevole. Frutta multi-dimensionale. Ancora molto giovane. Un vino di veri ampiezza e vigore ed intensità. Un sacco di frutta e grande varietà di altri aromi complessi. Grande pienezza. E’ molto persistente e molto piacevole. Dal 2005/2006.

Barolo, Monprivato, “Cà D’Morissio” Riserva 1997
Bel colore. Solo una punta di ossidazione. Ma questo è un campione crudo e non indica necessariamente un problema a lungo termine. Si rivela poi splendidamente ricco ed intenso. Un vera composta/crema? di frutta. Molto maturo. Avrei pensato abbastanza alcolico. Corposità piuttosto piena. Abbastanza strutturato. Sono sicuro che sarà eccellente. Dal 2006/2007.

Barolo, Santo Stefano di Perno, 1996
Questo ha un profumo floreale fresco veramente piacevole, piuttosto migliore del modo leggermente attenuato e magro in cui si presentano oggi il 1998 ed il 1997. Corposità media. Manca leggermente di pastosità alla fine, ma fresco, a punto?? e con un buon retrogusto. Dal 2002.

Barolo, Villero, 1996
Colore piuttosto migliore. Maturo e ricco e con un leggero sentore speziato di castagna. Al palato questo è fresco ed elegante. Corposità da media a medio-piena. All’inizio è leggermente allappante, ma non alla fine. In dirittura di arrivo. Persistente e complesso. Elegante. Dal 2003.

Barolo, Bricco, 1996
Colore molto fine. Fresco profumo di ribes nero. Un po’ sovra-maturo al palato. Corpo medio-pieno. Manca un po’ di pienezza. Deludente dopo il 1997. Potrebbe attenuarsi. Può recuperare. Un vino vecchio stile per l’annata. Leggermente attenuato alla fine. Preferisco il 1997. Dal 2002/2003.

Barolo, Monprivato, 1996
Buon colore. Profumo e palato meravigliosi. Molto, molto ricco e complesso. Questo è veramente geniale. Armonia e frutta eccellente. Maturo ma sottile. Pieno, tannico ed ancora chiuso. Questo ha vera intensità. Molto persistente. Molto piacevole. Potenzialmente grande. Dal 2004/2005.

Barolo, Monprivato, “Cà D’Morissio” Riserva, 1996
Questo non è ancora in bottiglia. Ora possiamo vedere che questo è un po’ diverso, ma come sopra non ancora finito. Viti più vecchie e vendemmia più scarsa. Questo ha una persistenza meravigliosa. Palato ricco, ampio. Proprio molto raffinato. Eccellente pienezza. Super concentrazione e super acidità e classe. Molto, molto persistente. Veramente ottimo. Dal 2008.

Barolo, Bricco, 1995
Bel colore. Profumo molto piacevole. Maturo, rotondo e molto ben assemblato. Corpo medio-pieno. Questo è un esempio eccellente. Vigoroso, pieno e profondo e molto, molto piacevole Dal 2003/2004.

Barolo, Monprivato, 1995
Bel colore. Ricco e pieno ed estroso. Ottimi tannini maturi. Buona energia. Persistenza prolungata, piacevole. Elegante. Dal 2004.

Barolo, Monprivato, “Cà D’Morissio” Riserva, 1995
Vino abbastanza pieno, molto concentrato. Piacevole frutta matura. Senza spigoli. Pieno, concentrato e complesso. Questo è veramente armonioso. Veramente ottimo. Grande vino. Molto elegante. Ma i 1996 sono migliori. Dal 2004/2005.

Barolo, Monprivato, “Cà D’Morissio” Riserva, 1993
Frutta invitante, ma non molta sostanza sottostante. Questo ha un corpo medio e frutta molto fine e discreta. Il finale è quasi dolce. Molto seducente. Non ha l’intensità del 1995, ma è pronto, ampio e molto delizioso.

Grossisti Regno Unito: Enotria Wine Cellars USA: Classic Wine Importers Inc.: Ex-Cellars Wine Agencies Inc.